Incontri sotto l’ombra di un albero

Gli incontri in comunità avvengono solitamente sotto un albero. Anche oggi, a Lukethseni, donne e uomini si radunano sotto l’ombra di un grande ficus, vicino all’orto comunitario che avevo visitato qualche settimana fa. Il paesaggio del Lubombo si staglia di fronte a noi e mi sembra adesso familiare. Poco è cambiato da quando sono arrivata: le poche gocce di pioggia cadute non hanno alleviato la siccità.

Lumajaji Vilane è una make (signora) che coltiva verdure nell’orto di Luketsheni e fa parte del gruppo di donne che sto conoscendo. Phindile, Lumajaji e le altre persone coinvolte nel progetto delle filiere del cibo le ho incontrate anche al workshop di agroecologia di agosto. Negli orti del Lubombo qualcosa sta cambiando: come mi racconta Lumajaji, è stato importante condividere con molti contadini pratiche come il controllo biologico dei parassiti e delle malattie che possono rovinare il raccolto. Dopo il worshop il gruppo dell’orto di Lukethseni ha cominciato a lavorare su un uso razionale del “green waste” e sulla costruzione di una piccola struttura dove fare il compost.

Lavorare nell’orto dà i suoi frutti e Lumajaji spiega che i cambiamenti sono stati notevoli: non compra più verdure per la sua famiglia e, anzi, le vende nella comunità e questo le permette di sostenere la famiglia e diversificare anche la sua dieta. La incontrerò presto nel centro di Mpolonjeni, dove donne dalle varie comunità del Lubombo preparano periodicamente la cayenne pepper sauce.

 

 

Stella
Stella Beghini è la nostra preziosa storyteller nella campagna “Ecolubombo, le filiere del cibo”: abbiamo raccontato e continueremo a raccontare le comunità della "Lubombo Region" attraverso le sue foto e le sue interviste ai protagonisti e alle protagoniste di questa avventura. Uomini e donne impegnati nel cambiamento e nel miglioramento delle proprie condizioni di vita attraverso la conservazione e la valorizzazione delle immense risorse presenti sul territorio.

Lascia un commento