Il giardino di Ismar e Roger

Il giardino di casa di Ismar e Roger, a due passi dal centro storico coloniale di Sancti Espiritus, è un piccolo paradiso verde di 1200 mq dove convivono 50 specie diverse di piante medicinali, cosmetiche, alimentari, 18 varietà di ortaggi e 7 tipi diversi di alberi da frutta.

Questo piccolo paradiso si chiama “Organoponico el Ranchon”,e si attraversa calpestando morbidi “passillos” fatti con i residui organici della vicina fabbrica di riso, da cui Ismar e Roger ricavano 100 tonnellate di materia organica ogni anno. Ismar e Roger si sono conosciuti e sposati “in un’altra vita”, quando erano tutti e due ricercatori chimici, al servizio della produzione di fertilizzanti per l’agricoltura. Sorridono al ricordo, e aggiungono: “Abbiamo cominciato a coltivare il nostro giardino di casa quasi 20 anni fa, durante il periodo especial, per mangiare”. Poi sono stati fra i promotori più attivi della rete di permacultura promossa dalla Fundaciòn Antono Nunez Jimenes, che conta oggi 86 produttori in tutta la provincia. “Oggi vendiamo direttamente alle persone, con il nostro cbiosco sulla strada. Quello che ricaviamo ci basta per condurre una vita dignitosa.

Riusciamo anche a risparmiare qualcosa, per comprare ventilatori e altri beni per la casa”. In più  riescono a rifornire di prodotti freschi anche una scuola primaria del loro quartiere. L’orgoglio di Ismar e Roger si tocca con mano. Tutto qui è rigorosamente biologico, tutti i rifiuti sono riciclati, il sistema di irrigazione è dei più efficienti: grazie anche alla copertura permanente di suoli ricchi di materia organica i consumi di acqua sono di soli 15 metri cubi al mese. Insomma, piccolo paradiso ma anche stazione sperimentale di agricoltura urbana grazie all’impegno e alla passione di questa straordinaria coppia di scienziati-contadini.

COSPE

Lascia un commento